Incontro al Campansi

“Lo stretto legame tra Città ed Istituto Campansi in tutti i suoi 150 anni di vita ha avuto una recente ulteriore dimostrazione”. Con queste parole il Presidente dell’ASP città di Siena, dott. Carlo Rossi, ha aperto Mercoledi 27 Maggio l’incontro in cui ha voluto, a nome suo e del Consiglio tutto, ringraziare il Gruppo Donatori di sangue delle Contrade che hanno donato all’Istituto i nuovi arredi per le sale mensa e bar. “Questa iniziativa –ha poi continuato- si inserisce in un programma, in via di completamento, di ristrutturazione anche strutturale del Complesso, volto a migliorare sempre di più lo standard alberghiero”.

Il Presidente del Gruppo Donatori di sangue delle Contrade, Mauro Fantozzi, ha ricordato che i Gruppi donatori delle 17 Contrade svolgono un duplice ruolo: promuovono la donazione del sangue (1500 donazione lo scorso anno) e devolvono i proventi regionali delle donazioni in progetti di natura socio-sanitario nell’ambito cittadino. L’interesse del Gruppo per il Campansi è testimoniato non solo da questa ultima iniziativa, ma anche da quella di qualche anno fa, che lo ha visto acquistare 48 letti attrezzati per i degenti non autosufficienti.
Ha preso poi la parola il dott. Andrea Viviani, Rettore del Magistrato delle Contrade, che ha sottolineato l’unicità di Siena e delle Contrade, nelle quali è alta l’attenzione per il sociale e per numerose iniziative solidaristiche, come quella oggi in evidenza. E’ bene ricordarlo ai detrattori della Contrade, che vedono del Palio solo l’aspetto folkloristico e spettacolare.
Anche il Sindaco di Siena, dott. Bruno Valentini, ha voluto con la sua presenza testimoniare la vicinanza della cittadinanza sia al “Campansi”, sia alle iniziative delle Contrade. Ha ricordato gli altri progetti del Gruppo Donatori portati a compimento negli scorsi anni, quale quella sulla vaccinazione per il Papillomavirus e quello sui disturbi specifici dell’apprendimento.
L’incontro si è chiuso con la visita ai locali, che con il nuovo arredamento hanno preso l’aspetto di un albergo, e con un bridisi augurale di nuove e fattive collaborazioni.